Cina, un'altro Ban

The Bank of China ha pubblicato un avviso in cui dichiara che lo scambio di valute virtuali è ora severamente vietato nel Paese. Le autorità cinesi hanno anche introdotto una sorveglianza più severa per le attività di #mining di #criptovalute.


La Cina ha nuovamente inasprito le restrizioni sulle attività legate alle criptovalute.


La People's Bank of China (#PBOC) ha dichiarato che un nuovo lotto di attività legate alla valuta virtuale è ora #illegale, insieme a politiche di applicazione più rigorose, in un avviso pubblicato sul sito web della banca venerdì mattina.


Nell'avviso, la #banca ha ribadito i precedenti divieti sulle attività commerciali legate alle criptovalute, come l'esecuzione di scambi di criptovalute, includendo anche nuove disposizioni sulla legalità delle risorse virtuali. Ora, lo scambio di valute virtuali, la conversione di valute virtuali in fiat, l'emissione di token di valuta virtuale o derivati ​​e persino la fornitura di informazioni sulle criptovalute sono tutti esplicitamente considerati #reati e #punibili dalla legge #cinese.


Inoltre, l'avviso afferma che anche i servizi forniti ai cittadini cinesi da scambi di criptovalute all'estero sono attività finanziarie illegali nel paese. Le autorità cinesi indagheranno su chiunque sia coinvolto nel marketing, promozione, regolamento dei pagamenti o supporto tecnico per uno scambio di criptovalute all'estero secondo la legge.


Mentre la nuova documentazione afferma che le transazioni e lo scambio di risorse virtuali con valuta fiat sono ora illegali, il possesso di criptovalute sembra non essere ancora stato proibito.


Le autorità ora monitoreranno i livelli di consumo di elettricità in "aggiornamenti dinamici settimanali in tempo reale" per guidare le indagini sulle operazioni minerarie illegali.


#china#bancacinese#divieto#crypto#cryptoitalia#bitcoinitalia#blockchainitalia