Secondo un sondaggio, il 48% dei brasiliani vuole rendere Bitcoin una valuta ufficiale nel Paese

Secondo un nuovo sondaggio citato dal quotidiano locale Globo, il 48% dei brasiliani vuole rendere #Bitcoin la valuta ufficiale del Paese, seguendo l'esempio di El Salvador.


Il 30% degli intervistati non è d'accordo con tale proposta, mentre il 21% si oppone fermamente.


La quota di brasiliani che affermano che non investirebbero in criptovalute è scesa drasticamente dal 33% nel 2020 ad appena il 12% nel 2021. I motivi principali sono i problemi di #sicurezza, l'elevata #volatilità e la mancanza di denaro.


Come riportato, il #Brasile è diventato il secondo paese al mondo (dietro solo al Canada) ad approvare il lancio di un fondo negoziato in borsa Bitcoin a marzo.


El Salvador, un piccolo paese dell'America centrale, ha fatto una mossa pionieristica il 7 settembre adottando ufficialmente Bitcoin come moneta a corso legale. La giornata storica, tuttavia, è stata contaminata da un importante self-off di criptovaluta e da alcuni problemi tecnici affrontati dal portafoglio #Chivo sostenuto dal governo.


La comunità delle #criptovalute si aspetta che El Salvador sia solo il primo domino a cadere sulla strada dell'iperbitcoinizzazione.


Il Brasile ha la quota più alta di coloro che supportano la grande scommessa Bitcoin del paese tropicale tra altri paesi dell'America Latina, come Argentina, Colombia, Cile e Costa Rica.


Nel frattempo, un recente sondaggio condotto da YouGov mostra che il 27% degli americani sosterrebbe l'adozione di Bitcoin come valuta ufficiale insieme al dollaro USA. Come previsto, gli uomini #millennial sono la fascia demografica più favorevole alle criptovalute.


#brasile#hodl#finanza#tecnologia#adozione#crypto#cryptoitalia#spaziocrypto